Area demografica: Carta d'Identità Elettronica

Ultima modifica 27 ottobre 2022

La Carta d'Identità elettronica (CIE) è il documento di identità rilasciato dal Comune a tutti i cittadini residenti o, in casi eccezionali, ai soli dimoranti, purché residenti in altro Comune in Italia.
Per conoscere gli elementi tecnici e di sicurezza relativi al documento è possibile consultare il sito web della CIE, costantemente aggiornato: https://www.cartaidentita.interno.gov.it/
Per i cittadini italiani, la CIE è documento equipollente al passaporto nei Paesi UE e in quelli dove vigono specifici accordi.
Al fine del rilascio, l'interessato deve pertanto dichiarare sotto la propria responsabilità di non trovarsi in alcuna delle condizioni ostative all'espatrio, di cui all'art. 3, lettere b), d), e), g) della legge n. 1185/1967.
In caso di cambio di residenza, la CIE resta pienamente valida e non va pertanto cambiata.
 

Dove rivolgersi

Servizi al Cittadino e Multisportello
Sede municipale Via Bastia Fuori, 54/56
30035 - Mirano (VE)

 

Modalità  di richiesta e rilascio

La CIE va richiesta, di norma, alla scadenza del precedente documento. In caso di furto o smarrimento è necessario presentare la denuncia esposta alle forze dell'ordine.
E’ necessario fissare appuntamento con i Servizi al Cittadino e Multisportello per effettuare la pratica. L’appuntamento può essere richiesto telefonicamente ai numeri +39 041 5798404, +39 041 5798405 oppure per e-mail a sportello.unico@comune.mirano.ve.it
La carta viene prodotta dal Poligrafico dello Stato e viene recapitata a casa o presso altro indirizzo indicato dal cittadino in 6 giorni lavorativi.
La carta di identità in formato cartaceo viene rilasciata ESCLUSIVAMENTE per casi di particolare documentata urgenza.


Cosa occorre

•    La presenza agli sportelli, poiché si deve essere identificati, e dei cittadini maggiori dei 12 anni di età devono essere acquisite le impronte digitali.
•    La precedente carta d'identità o un altro documento di riconoscimento.
•    Il tesserino sanitario
•    NON occorre presentarsi con la fotografia, che viene acquisita direttamente agli sportelli tramite webcam; nel caso in cui ci si presentasse già muniti della fotografia, questa sarà acquisita otticamente dagli addetti e dovrà rispettare i requisiti reperibili nel sito:  www.poliziadistato.it/statics/10/fotografia_passaporto_web.pdf
•    In caso di furto o smarrimento della precedente carta, la denuncia presentata alle forze dell'ordine. In questo caso, agli sportelli è necessario esibire altro documento di riconoscimento, anche scaduto. In caso di mancanza di qualsiasi documento di riconoscimento, il richiedente potrà farsi identificare esclusivamente a mezzo degli organi di Polizia (art. 289 R.D. n. 635 del 06/05/1940).
•    In caso di deterioramento della precedente carta di identità, è necessario portare con sé il documento deteriorato.
 Nel caso di impossibilità del cittadino a presentarsi personalmente a causa di malattia grave, un suo delegato (ad es. un familiare) deve inviare richiesta ai Servizi al Cittadino e Multisportello con la documentazione attestante l’impossibilità a presentarsi presso lo sportello (la richiesta può essere inviata a protocollo.comune.mirano.ve@pecveneto.it ).
Il delegato dovrà fornire la precedente carta di identità del titolare o altro suo documento di riconoscimento, e due foto formato tessera.
 

Minori italiani

In caso di minori italiani, è sempre necessario l'assenso di entrambi i genitori o del tutore (esercenti la responsabilità genitoriale). Se uno dei genitori o esercenti la responsabilità genitoriale non accompagna il minore agli sportelli, il suo assenso al rilascio della CIE valida per l'espatrio può essere espresso mediante l’apposito modello disponibile alla sezione Modulistica del sito comunale da presentare o inviare unitamente a copia o scansione di un documento di identità.
L'assenso non è necessario unicamente quando il genitore sia stato privato della responsabilità genitoriale o quando ciò sia espressamente disposto in una sentenza. In caso di mancato assenso di un genitore, l’altro può rivolgersi al giudice tutelare affinché disponga il rilascio della carta valida per l’espatrio. L’autorizzazione del giudice tutelare non occorre al genitore vedovo.
 In caso di primo documento di identità, il riconoscimento del minore dev'essere comunque fatto da entrambi i genitori o dal tutore (esercenti la responsabilità genitoriale).
Per il minore di 14 anni l'uso della carta di identità ai fini dell'espatrio è subordinato alla condizione che il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori. Se il minore deve andare all'estero con persone diverse dai genitori questi ultimi devono dare autorizzazione che dovrà essere convalidata dalla Questura (nel sito www.poliziadistato.it )


Cittadini dimoranti ma non residenti nel comune

Ai cittadini dimoranti nel Comune in casi eccezionali è possibile rilasciare la CIE, purché siano residenti in altro Comune in Italia. La richiesta in questo caso deve essere presentata utilizzando l’apposito modello disponibile alla sezione Modulistica del sito comunale e seguendo le indicazioni presenti nel modello.
L’ufficio contatterà il richiedente per fissare l’appuntamento per la pratica, non appena completata l’istruttoria della richiesta (in genere tra i due e i sette giorni lavorativi, poiché deve essere effettuata una verifica con il Comune di residenza del cittadino).

 
Validità

La CIE può essere rinnovata in qualsiasi momento
La sua validità varia a seconda dell’età del titolare:
- per i maggiorenni la validità è di 10 anni.
- per i minori di anni 3 la validità è di 3 anni,
- per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni la validità è di 5 anni,

La CIE è sempre valida per l’espatrio, salvo che non sia espressamente indicata sulla tessera la non validità all’espatrio.
Per i cittadini stranieri la CIE non è valida per l’espatrio.
Per verificare la validità della CIE all’espatrio nei singoli Paesi si consiglia di visitare il sito www.viaggiaresicuri.it
La scadenza, per le CIE rilasciate sino al 17 settembre 2022, corrisponde al compleanno successivo al termine di validità del documento; per le CIE rilasciate ai cittadini maggiorenni dal 19 settembre 2022 in poi, la scadenza corrisponde all’ultimo compleanno utile, immediatamente anteriore al termine dei 10 anni  di validità del documento, decorrenti dalla data di emissione.

La scelta relativa alla donazione degli organi

Al momento del rilascio della CIE, l'operatore chiede a ogni cittadino maggiorenne se intende dare l'assenso alla donazione di organi e tessuti, al momento della morte. Si tratta di un'importante possibilità che è possibile esercitare in Comune esclusivamente al momento del rilascio della carta d'identità.
La legge garantisce la libertà di scelta: al momento del rilascio della Carta d’Identità, il cittadino ha tre opzioni: assenso, diniego o non esprimersi.
In ogni caso non esiste il silenzio assenso: se non c’è una dichiarazione di volontà resa in vita, in caso di morte cerebrale verrà chiesto il parere ai familiari aventi diritto.
La scelta è inserita in tempo reale nel Sistema Informativo Trapianti (SIT), cioè la banca dati nazionale che registra in tempo reale la volontà dei cittadini ed è consultabile solo dal personale medico. Non sarà divulgata né riportata in alcun documento.
 E’possibile in qualsiasi momento modificare la propria scelta, ma non presso il Comune:
- recandosi presso l’AUSL;
- iscrivendosi all’AIDO;
- con una dichiarazione di volontà scritta su un foglio che riporti nome, cognome, data e luogo di nascita, data e firma, da portare sempre con sé tra i documenti personali;
- presso il Comune, solo al momento del rilascio di una nuova CIE.
In Comune è invece possibile unicamente revocare la scelta resa, quindi essere cancellati dall’archivio nazionale.

Per maggiori informazioni si possono consultare i siti:
- Centro Nazionale Trapianti www.trapianti.salute.gov.it (link esterno)

- Centro Regionale Trapianti www.srtveneto.it/home.php (link esterno)

Documenti:
Brochure italiano *
- Brochure francese *
- Brochure inglese *
* Aggiornamento della brochure: l'U.R.P. dell'ASL (ora Azienda ULSS 3 Serenissima) si trova presso l'ospedale di Mirano, via Don G. Sartor n. 4, tel. +39 41 5795406, e-mail urp@aulss3.veneto.it.

 

L'utilizzo come identità digitale

La CIE a può essere utilizzata per richiedere un’identità digitale sul sistema SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o come chiave d’accesso diretta ai servizi della pubblica amministrazione.
Per maggiori informazioni consultare il sito www.cartaidentita.interno.gov.it
Importante: al momento della richiesta e nella busta contenente il documento il cittadino riceverà i codici PIN e PUK necessari per l'utilizzo della CIE come documento di identificazione digitale. E' importante conservare scrupolosamente i codici.
 

Costo e tempi

22,00 euro (di cui 16,79 sono diritti statali).
La CIE viene inviata a cura dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato al recapito del cittadino, in sei giorni lavorativi dalla richiesta.


Normativa

•    Regio Decreto 18 giugno 1931 n. 773
•    l. 16.06.1998, n. 19 
•    D.P.R. 22.10.1999, n. 437
•    d. lgs. 07.03.2005, n. 282
•    d. l. 31.01.2005, n. 7
•    d.l. 19.06.2015, n. 78
•    d.M. 23.12.2015
•    d.M. 25.05.2016
•    d.M. 16.07.2020, n. 76
 

Modulistica