Sociale: Impegnativa di Cura Domiciliare (ICD)

Ultima modifica 5 agosto 2022

Descrizione

La Regione Veneto promuove e favorisce iniziative volte a consentire alle persone prive di autonomia di continuare a vivere nel prorpio domicilio o nel nucleo familiare di appartenenza. L'Impegnativa di Cura Domiciliare, pertanto, è erogata a sostegno delle situazioni di disagio dovute alla permanenza in famiglia di persone non autosufficienti o in condizioni di disabilità personale. La Regione individua le seguenti tipologie di
beneficiari e di impegnative:

  1. ICDb: per gli interventi destinati a persone con basso bisogno assistenziale (corrispondente all'ex Assegno di Cura)
  2. ICDm: per gli interventi destinati a persone con medio bisogno assistenziale (corrispondente all'ex Assegno di Cura riconosciuto per i gravi disturbi del comportamento)
  3. ICDmgs: per gli interventi destinati a persone con medio bisogno assistenziale con disabilità gravissima
  4. ICDa: per gli interventi destinati a persone con disabilità gravissime e di dipendenza vitale da apparecchi elettromedicali
  5. ICDp: per gli interventi destinati a persone con grave disabilità psichica ed intellettiva
  6. ICDf: per gli interventi destinati a persone con grave disabilità fisico-motoria

 

Dove Rivolgersi

Interventi Sociali
Municipio Viale Rimembranze, 1
30035 - Mirano (VE)

 

Addetti

a.s. Isabel Bigatello

tel. 0415798324 e-mail isabel.bigatello@comune.mirano.ve.it

 

Requisiti del richiedente

Persone residenti nel Comune di Mirano prive di autonomia fisica o psichica che, pur non necessitando di ricovero continuativo in strutture ospedaliere o residenziali, abbisognano di particolari interventi assistenziali e di rilievo sanitario nel proprio domicilio.

L'ICD viene erogata secondo 5 specifiche tipologie:

  • ICDb, ICDm e ICDmgs: in risposta a bisogni di bassa e media intensità (corrispondete all'ex Assgno di Cura);
  • ICDp: per gli interventi a favore di persone con grave disabilità psichica e intellettiva;
  • ICDf: per gli interventi a favore di persone con disabilità fisico-motoria;
  • ICDa: per gli interventi destinati a persone con disabilità gravissime e di dipendenza vitale da apparecchiature elettromedicali.

Inoltre non deve essere superato il limite di reddito ISEE pari a:

  • € 16.700,00 per ICDb e ICDm;
  • € 50.000,00 per ICDmgs.

Modalità di richiesta

Deve essere presentata richiesta attraverso un apposito modulo predisposto dalla Regione Veneto. A tale richiesta deve essere allegata l'Attestazione ISEE in corso di validità.
Le domande per ICDb, ICDm e ICDmgs vanno presentate al Comune mentre le richieste per le ICDa, ICDf e ICDp vanno presentate al Distretto socio-sanitario (area disabilità).

 

Documentazione da presentare

Attestazione ISEE

 

Iter

  1. Presentazione della domanda
  2. Verifica dei requisiti relativi al reddito
  3. Compilazione della scheda regionale da parte dell'Assistente Sociale del Comune e del Medico di Medicina Generale dell'interessato
  4. Se il Medico di Medicina Generale segnala la presenza di disturbi comportamentali o l'elevata necessità di assistenza sanitaria, viene automaticamente attivata l'UVMD che permette anche al Geriatra di Distretto di valutare la gravità del disturbo
  5. Nel momento in cui tutta la documentazione è completa viene trasmessa telematicamente alla Regione Veneto che provvede all'inserimento del nominativo nell'apposita graduatoria
  6. Al momento dell'invio della graduatoria al Comune da parte della Regione viene comunicato all'interessato l'accoglimento o meno della domanda
  7. Eventuale erogazione del contributo ad avvenuto trasferimento dei fondi regionali al Comune

 

Tempi

Entro 30 gg dal ricevimento della domanda verrà fatta la verifica dei requisiti per l'accesso al beneficio.

Normativa di riferimento

DGR 1338 del 30.07.2013 e successive modifiche ed integrazioni.

 

Note

Deve essere comunicata all'ufficio preposto ogni variazione in ordine alla permanenza a domicilio dell'interessato, al reddito posseduto (aggiornamento dell'attestazione ISEE) e alla condizione dello stesso.
Tali dati sono utili all'aggiornamento della situazine e ad un eventuale ricalcolo del contributo spettante.

 

Modulistica

Domanda impegnativa di cura domiciliare

Privacy

 

Reclami, ricorsi e opposizioni

In conformità a quanto disposto dall'art. 3, comma 4 della L. 241/90 verso il provvedimento di non concessione è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale di Venezia nel termine di 60 giorni dal ricevimento della comunicazione (L. 06.12.1971 n. 1034 e successive modificazioni), ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nel termine di 120 gg. dal ricevimento della comunicazione (DPR 24.11.1971, n. 1199).

 

Responsabile del Procedimento: dott.ssa Federica Torresan
​​​​​tel: 0415798338 - email: interventi.sociali@comune.mirano.ve.it