Avvisi e scadenze

Notizia del 30.08.2017

Viabilità sperimentale in via Parauro – via Mariutto – via Miranese prorogata al 31 gennaio 2018

Con l’ordinanza n. 67/2017 (allegata a destra) è stata prorogata al 31 gennaio 2018 la sperimentazione della circolazione stradale nel centro abitato di Mirano avviata nel 2016 e che prevede:

  1. Il divieto di transito nell’ambito del centro abitato di Mirano capoluogo per i mezzi privati di massa a pieno carico superiore a 3,5 t in via Parauro (nel tratto compreso tra la rotatoria su via Don Giacobbe Sartor e l’incrocio con via Mariutto), in via Mariutto (nel tratto compreso tra l’intersezione con via Parauro/Villafranca e via Miranese) ed in via Miranese (nel tratto compreso tra via Mariutto ed il bivio con via Vittoria); sono esclusi i frontisti e residenti proprietari e/o autorizzati di autoveicoli con massa superiore a 3,5 t, i mezzi di trasporto merci per le attività di vendita al minuto e le attività economiche interessate alla viabilità in oggetto, i mezzi di trasporto pubblico, i mezzi di trasporto scolastico, di raccolta dei rifiuti, di emergenza e soccorso, militari e delle forze di Polizia.

  2. Il doppio senso di circolazione in via Parauro nel tratto compreso tra la rotatoria su via Don Giacobbe Sartor e l’incrocio con via Mariutto, con revoca della corsia riservata ai mezzi pubblici e autorizzati in direzione da sud verso nord (ovvero da Mirano capoluogo verso Salzano) nel medesimo tratto. Pertanto è revocato il punto n. 8 dell’ordinanza n. 149/2012 (che riservava in via definitiva questo breve tratto di via Parauro solo ai mezzi pubblici e autorizzati).

Il termine della sperimentazione era stato fissato al 31 luglio scorso con l’ordinanza n. 34/2016 ma la Giunta comunale ha ritenuto opportuno prorogarlo di sei mesi. Il recente rinnovo dell’Amministrazione aveva temporaneamente interrotto le valutazioni complessive della soluzione adottata nel 2016 e poi, nel periodo estivo, non è stato possibile completare le misurazioni strumentali per analizzare gli esiti sul traffico del nuovo assetto viario, dati i flussi veicolari limitati.

Una nuova campagna di rilievi partirà a fine settembre, dopo la Fiera di San Matteo, quando tutte le attività lavorative e scolastiche saranno riprese.

I nuovi dati saranno confrontati con quelli rilevati dal 2013 al 2016, quando la circuitazione del traffico veicolare avveniva con un unico senso di marcia antiorario rispetto al complesso ospedaliero. I dati del 2016 già dimostravano una parziale riduzione dei flussi veicolari rispetto agli anni precedenti. Dopo le aperture al traffico leggero e pesante dei nuovi caselli autostradali di Spinea-Crea e di Martellago-Scorzé, e la conclusione dei lavori di potenziamento della S.P. 36 (via della Costituzione nei comuni di Spinea e Martellago), la rete viaria sovracomunale è sostanzialmente mutata e il traffico non diretto o proveniente da Mirano non è più obbligato all’attraversamento del centro cittadino.