Guida ai Servizi - Comune di Mirano home  | mappa | sito Comune

...cerca

Servizi alla PersonaServizi Demografici
Servizi Scolastici
Contributi affitto
L. n. 431/98 art. 11 "Fondo per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione"
Descrizione:
l'Art. 11 della L. n. 431/98 ha istituito un Fondo Nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione, distribuito annualmente dai Comuni in base ai criteri stabiliti dalla Regione Veneto. L'accesso al contributo è previsto attraverso un apposito bando annuale.

Dove Rivolgersi:

Interventi Sociali
Municipio Viale Rimembranze, 1
30035 - Mirano (VE)

Quando:

SPORTELLO SOCIALE: lunedì e mercoledì 9.00 - 12.00, giovedì 15.00 - 17.00.
ASSISTENTI SOCIALI: lunedì 9.00 - 12.00, giovedì 15.00 - 17.00. Mercoledì su appuntamento

Addetti:


sig.ra Bovo Graziella 041-5798364
sig.ra Masiero Rossella 041-5798368
a.s.Quinz Emanuela 041-5798319
a.s. Torresan Federica 041-5798324
Requisiti del richiedente e motivi di esclusione
FONDO AFFITTI ANNO 2015

NOVITA’ REQUISITI DI ACCESSO AL BANDO FSA 2015:
Non è motivo di esclusione dalla domanda l’aver usufruito della detrazione IRPEF sull’affitto nella dichiarazione dei redditi 2015 relativa all’anno 2014. L'eventuale contributo verrà decurtato della somma già goduta.

A. Può partecipare al bando e ha diritto a richiedere il contributo per il proprio nucleo familiare il conduttore (locatario, erede, assegnatario dell’alloggio per sentenza di separazione) che, alla data di presentazione della domanda:
a) Sia residente nel Comune;
b) Il cui nucleo familiare non sia titolare di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su alloggi o parti di essi, ovunque ubicati, il cui valore catastale ai fini Irpef sia superiore a € 26.071,76 (quattro volte la pensione minima INPS riferita all’anno precedente) purché la quota complessiva di possesso, da parte del nucleo familiare, sia inferiore al 50%. Sono esclusi nel computo gli alloggi di proprietà che, per disposizione dell’autorità giudiziaria, sono dati in godimento al coniuge separato o nel caso in cui l’usufrutto sia assegnato al genitore superstite;
c) Presenti una attestazione ISEE dell’anno in corso (D.P.C.M. 159/2013) da cui risulti un ISEE non superiore a 13.000,00;
d) Se cittadino non italiano (comunitario o extracomunitario), non essere destinatario di provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale;
e) Se il richiedente è extracomunitario, il possesso di permesso di soggiorno, permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o Carta Blu UE in corso di validità oppure sia stata presentata istanza di rinnovo entro i termini prescritti e non ricorrano le condizioni previste dall’art. 5 comma 5 del d.lgs. 25 luglio 1998 n. 286 e successive modifiche (L. 30 luglio 2002, n. 189).
f) Se il richiedente è extracomunitario, il possesso del certificato storico di residenza in Italia previsto dall’art. 11 comma 13 della legge 6 agosto 2008, n. 133 che attesti la residenza continuativa in Italia da almeno 10 anni o nella Regione Veneto da almeno 5 anni alla data della domanda. Tale requisito può essere assolto anche dal coniuge. Nel caso non sia in grado di presentare i certificati storici di residenza al momento della domanda, il richiedente può rilasciare autocertificazione dei periodi di residenza in Italia fermo restando che il contributo potrà essere concesso solo dopo la presentazione dei certificati storici di residenza che convalidino la autocertificazione.

B. In aggiunta ai requisiti elencati alla precedente lettera A, può partecipare al bando e ha diritto a chiedere il contributo per il proprio nucleo familiare il conduttore (locatario, erede, assegnatario dell’alloggio per sentenza di separazione) che, nell’anno 2014, occupava un alloggio in locazione:
a) A titolo di residenza principale o esclusiva, per effetto di contratto di locazione regolarmente registrato ai sensi dell’art. 11 commi 1 e 2 della legge n. 431/98, purché tale contratto non sia stato stipulato fra parenti o affini entro il secondo grado;
b) In regime di libero mercato. Non possono essere fatti valere i periodi di locazione riguardanti alloggi ERP o Comunali (o Ente Comunale) il cui canone è agevolato in funzione della condizione economica;
c) Di categoria catastale compresa fra A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7 e A/11;
d) Il cui canone annuo, come definito al punto 4.B del bando, abbia incidenza, sull’ISEfsa (Indicatore della Situazione Economica familiare ai fini del Fondo Sostegno Affitti), come definito al successivo punto 3, non inferiore al 18% e non superiore al 70% .
e) Con superficie netta , riferita all’ultimo alloggio per il quale si chiede il contributo, che non superi del 200% la superficie ammessa. La superficie ammessa è pari a 95 mq. per famiglie fino a tre componenti ed è incrementata di 5 mq per ogni membro eccedente i tre. Nel caso non sia conosciuta la superficie netta, è possibile dichiarare la superficie lorda e, in tal caso, la superficie netta si ottiene riducendo del 30% la superficie lorda.



Modalità di richiesta del cittadino
FONDO AFFITTI ANNO 2015

Modalità di presentazione della domanda:
Il modulo di domanda (vedi sezione Modulistica) dovrà essere consegnato entro e non oltre il 10.12.2015 con le seguenti modalità:

A. compilazione assistita presso lo Sportello Sociale, Viale Rimembranze n. 1 Mirano, previo appuntamento telefonico ai nn. 041-5798364/368;
B. - recapitato, debitamente sottoscritto dal richiedente e accompagnato da fotocopia di documento di identità in corso di validità, al Multi Sportello Mirano, Via Bastia Fuori n. 54/56 Mirano, nei giorni di lunedì, mercoledì, venerdì 8.30-13.00 martedì e giovedì 8.30-17.00 o presso lo Sportello Sociale, Viale Rimembranze n. 1 Mirano, nei giorni di lunedì e mercoledì 9.00-12.00 e giovedì 15.00-17.00;
- spedito, debitamente sottoscritto dal richiedente e accompagnato da fotocopia di documento di identità in corso di validità, al seguente indirizzo: Comune di Mirano Piazza Martiri n. 1 30035 Mirano, anche a mezzo fax al n. 041-5798329 o per via telematica all’indirizzo e-mail protocollo.comune.mirano.ve@pecveneto.it ai sensi dell’articolo 38 del DPR n. 445/2000.
L’Amministrazione non prenderà in considerazione le domande spedite dopo la scadenza, fa fede la data del timbro postale, e quelle non pervenute entro il secondo giorno successivo alla scadenza anche se spedite entro la scadenza stessa.
In caso di compilazione non assistita l’Amministrazione non risponde dell’esclusione della domanda dovuta a errori nella compilazione e/o omissioni che, al momento del caricamento dei dati, impediscano la valutazione della domanda ai fini del riparto del Fondo regionale.
C. In caso di soggetto incapace, tutelato o con impedimento temporaneo alla sottoscrizione la domanda può essere presentata nei modi previsti dagli artt. 4 e 5 del DPR 445 del 28 dicembre 2000.



Documentazione
In caso di compilazione con assistenza da parte degli operatori del Servizio Interventi Sociali l'interessato deve presentare:
a) documento di identificazione;
b) DSU e Attestazione ISEE dell’anno in corso da cui risulti un ISEE non superiore a € 13.000,00;
c) dichiarazione dei redditi 2014 (Unico 2015, 730/2015);
d) contratto (contratti) di locazione registrato/i;
e) documentazione da cui risulti l’effettiva superficie dell’alloggio (es. contratto di locazione o TARI) e la categoria catastale dell’alloggio stesso;
f) bollettini dei canoni di locazione, spese di riscaldamento o condominiali se comprendono il costo di tale servizio corrisposti nell’anno 2014;
g) se il richiedente è extracomunitario, permesso, carta di soggiorno oppure istanza di rinnovo, entro i termini prescritti, di titolo di soggiorno scaduto e certificato storico di residenza;
h) coordinate IBAN per l’accredito del contributo.

In caso di consegna al Multisportello o allo Sportello Sociale/spedizione al Comune di Mirano Piazza Martiri n.1 30035 Mirano -l'interessato deve allegare alla domanda:
- Documento di riconoscimento valido.



Iter
1. Presentazione della domanda su apposito modulo al Comune di Mirano - la domanda può essere compilata con l'assistenza degli operatori del Servizio Interventi Sociali;
2. istruttoria del Comune per la verifica dei requisiti;
3. trasmissione dati alla Regione Veneto;
4. comunicazione all'interessato dell'esito dell'istruttoria;
5. erogazione del contributo, subordinatamente al ricevimento dal parte del Comune dei fondi regionali, nel limite della dotazione assegnata



Tempi
Il bando Comunale annuale per la richiesta di contributi per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione ha durata variabile a seguito delle comunicazioni regionali in materia.

Il Bando FSA 2015 è aperto dal 09.11.2015 al 10.12.2015



Note
Il contributo viene erogato in unica soluzione e in seguito dell'erogazione al Comune del finanziamento regionale. Il bando stabilisce l'ammontare del contributo stimato secondo i criteri definiti dalla Regione Veneto - vedi Bando FSA 2015

INFO BANDO FSA 2014:
La Regione Veneto non ha ancora provveduto all'erogazione ai Comuni del saldo del finanziamento FSA 2014.

NOVITA' BANDO FSA 2015:
- Non è più motivo di esclusione dalla domanda l’aver usufruito della detrazione IRPEF sull’affitto nella dichiarazione dei redditi 2015 relativa all’anno 2014. L'eventuale contributo verrà decurtato della somma già goduta in detrazione.
- Utilizzo del nuovo ISEE (D.P.C.M. 159/2013)

L’Amministrazione Comunale procederà a controlli delle autocertificazione presentate, come previsto dal bando.



Normativa di riferimento
Legge n. 431/98 art. 11
BANDO FSA 2014
Delibera di Giunta Regionale n. 1782/2014
Deliberazione Giunta Comunale n. 200/2014
Determinazione Dirigenziale n. 824/2014

BANDO FSA 2015
D.P.C.M. 159/2013(ISEE)
Delibera di Giunta Regionale n. 1210/2015
Deliberazione Giunta Comunale n. 168/2015
Determinazione Dirigenziale n. 765/2015



Modulistica
Nel periodo di apertura del bando il modulo di domanda potrà essere ritirato presso i seguenti uffici:

• Comune di Mirano Multi Sportello, Via Bastia Fuori n. 54/56 Mirano, nei giorni di lunedì, mercoledì, venerdì 8.30-13.00 martedì e giovedì 8.30-17.00;
• Comune di Mirano Sportello Sociale, Viale Rimembranze n. 1 Mirano, nei giorni di lunedì e mercoledì 9.00-12.00 e giovedì 15.00-17.00.
• Scaricabile dal sito internet del Comune di Mirano all’indirizzo: www.comune.mirano.ve.it


Domanda FSA 2015 (118 K)

Informativa 2015 (243 K)

Bando (405 K)


Reclami, ricorsi ed opposizioni
In conformità a quanto disposto dall’art. 3, comma 4 della L. 241/90 verso il provvedimento di non concessione è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale di Venezia nel termine di 60 giorni dal ricevimento della comunicazione (Legge 06.12.1971 n. 1034 e successive modificazioni), ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nel termine di 120 gg. dal ricevimento della comunicazione (D.P.R. 24.11.1971, n. 1199).




Responsabile del Procedimento: dott.ssa Licia Barzan
nr. Scheda: SS2.03 Responsabile Aggiornamento:
sig.ra Rossella Masiero
Revisionata il: 25/09/18

Schede della categoria