Guida ai Servizi - Comune di Mirano home  | mappa | sito Comune

...cerca

Servizi alla PersonaServizi Demografici
Servizi Scolastici
Contributi regionali a favore di nuclei con orfani
La Regione Veneto con propria DGR n. 1350 del 22.08.2017 ha approvato il Bando per l’assegnazione di contributi regionali a favore di nuclei familiari con figli rimasti orfani di un genitore, per il tramite delle amministrazioni comunali.
Descrizione:
La Regione Veneto con propria DGR n. 1350 del 22.08.2017 ha approvato il Bando per l’assegnazione di contributi regionali a favore di nuclei familiari con figli rimasti orfani di un genitore, per il tramite delle amministrazioni comunali. Art. 59 L.R. n. 30 del 30 dicembre 2016 recante “Collegato alla legge di stabilità regionale 2017”. Anno 2017.
Il contributo viene richiesto al Comune di Residenza che, in base alle indicazioni regionali, stila una graduatoria da inoltrare alla Regione.
La Regione definisce l'ammontare del contributo in base alla proprie risorse e alla quantità di domande pervenute.

Dove Rivolgersi:

Interventi Sociali
Municipio Viale Rimembranze, 1
30035 - Mirano (VE)

Quando:

SPORTELLO SOCIALE: lunedì e mercoledì 9.00 - 12.00, giovedì 15.00 - 17.00.
ASSISTENTI SOCIALI: lunedì 9.00 - 12.00, giovedì 15.00 - 17.00. Mercoledì su appuntamento

Addetti:

a.s. Tiziana Pattarello
Requisiti del richiedente
a)Il contributo può essere richiesto dalle famiglie composte da un solo genitore e uno o più figli a carico, risultanti dallo stato di famiglia e dal certificato di residenza, che non abbiano concluso l’obbligo scolastico (obbligo scolastico di cui all’art. 1, comma 2, DM 22 agosto 2007 n. 139);
b)il nucleo deve avere un ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) in corso di validità, non superiore a € 20.000,00 come risultante in seguito al decesso del genitore;
c)Il nucleo monoparentale deve essere residente nella Regione del Veneto;
d)nel caso in cui un componente abbia cittadinanza non comunitaria deve possedere un titolo di soggiorno valido ed efficace.



Modalità di richiesta
La domanda, redatta su apposito modulo (allegato B della DGR 1350/2017) disponibile presso il Multisportello e lo Sportello Sociale, e nella sezione Modulistica della presente pagina, unitamente alla documentazione richiesta, deve essere inoltrata al Comune di Mirano con una delle seguenti modalità:
- consegna a mano all’ufficio protocollo generale del Comune di Mirano c/o Multisportello Via Bastia Fuori 54/56 (orari: dal lunedì, mercoledì e venerdì ore 8.30-13.00, martedì e giovedì ore 8.30-13.00 e 15.00-17.00);
- raccomandata postale con A.R. indirizzata a Comune di Mirano Piazza Martiri n. 1 30035 Mirano, con la precisazione che il rischio di smarrimento/ritardo resta a carico del mittente;
- posta elettronica o PEC, l’interessato potrà inviare alla PEC del Comune di Mirano (protocollo.comune.mirano.ve@pecveneto.it) la domanda e la documentazione allegata in formato pdf. - E’ onere dell’interessato verificare la conferma di avvenuta consegna alla Pec del Comune di Mirano.



Documentazione da presentare
Alla domanda deve essere allegata inoltre la seguente documentazione:
- copia di un documento di identità in corso di validità del richiedente;
- ISEE in corso di validità, così come risultante a seguito del decesso del genitore;
- certificazione di handicap del/dei figli/i minore/i ai sensi della L.104/92, art. 3, comma 3;
- autocertificazione dello stato di residenza e dello stato di famiglia;
- in caso di componente avente cittadinanza non comunitaria: titolo di soggiorno valido ed efficace.



Iter
1. Il richiedente:
entro il termine perentorio, pena l’esclusione della domanda, delle ore 13.00 del 10 ottobre 2017, deve compilare ed inviare al Comune di Mirano la domanda, completa dei documenti richiesti, con ogni mezzo consentito dalla normativa vigente. In caso di invio a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, al fine del rispetto del termine, fa fede la data del timbro dell’ufficio postale accettante;
2. Il Comune:
entro il termine perentorio delle ore 13.00 del 31 ottobre 2017 stila la graduatoria, l’approva con atto deliberativo e la trasmette alla Regione Veneto;
3. La Regione Veneto
Recepisce la graduatoria presentata dal Comune, redige la propria e l’approva.

Per la definizione della graduatoria dei nuclei destinatari del contributo può essere attribuito per ciascun nucleo un punteggio massimo di 100 punti suddiviso nelle seguenti categorie:
1. Condizione socio-economica, con I.S.E.E non superiore ad € 20.000,00 così come risultante in seguito al decesso del genitore:
Fasce I.S.E.E.
Da 0,00 a 5.000,00 euro 44 punti
Da 5.001,00 a 10.000,00 euro 40 punti
Da 10.001,00 a 15.000,00 euro 36 punti
Da 15.001,00 a20.000,00 euro 32 punti

2. Composizione del nucleo
Presenza di uno o più figli a carico che non abbiano concluso l’obbligo scolastico
- Numero di figli a carico che non abbiano concluso l’obbligo scolastico
5 punti per il primo figlio a carico
10 punti per il secondo figlio a carico
15 punti per il terzo figlio a carico
20 punti per più di tre figli a carico

3. Condizione sanitaria
Presenza di uno o più figli con certificazione ai sensi della legge 5 febbraio 1992 n. 104, art. 3, comma 3:
Condizione di salute dei/i figlio/i a carico che non abbiano concluso l’obbligo scolastico certificazione ai sensi della legge 5 febbraio 1992 n. 104, art. 3, comma 3 30 punti

4. Residenza nel territorio della Regione Veneto
- Inferiore a 2 anni 2 punti
- Uguale o superiore a 2 anni,
inferiore o uguale a 5 anni 4 punti
- Superiore a 5 anni 6 punti

Sulla base dei punteggi sopra indicati le amministrazioni comunali redigeranno la graduatoria delle domande pervenute.
La Regione Veneto formulerà a sua volta la graduatoria definitiva comprensiva delle singole graduatorie delle amministrazioni comunali richiedenti.

Modalità di finanziamento ed erogazione
Sulla base della graduatoria definitiva la Regione Veneto procederà alla definizione degli importi da erogare.
Il contributo concedibile verrà erogato sulla base delle seguenti percentuali:
100% per punteggi tra 81 e 100
90% per punteggi da 61 ad 80
80% per punteggi da 41 a 60
70% per punteggi inferiori od uguali a 40

E’ previsto l’aumento del 10% del contributo concedibile come sopra determinato, per ciascun figlio disabile certificato ai sensi della legge 104/92, art.3, comma 3.
Il contributo è cumulabile con altre tipologie di finanziamento o contributo concesso nell’ambito delle politiche sociali di aiuto, supporto e sostegno alle famiglie e verrà erogato per il tramite del Comune di residenza, per l’anno 2017, l’erogazione avverrà in un’unica soluzione entro il 31 dicembre 2017.
Il contributo, per ciascun nucleo familiare, ha carattere di retroattività a far data dal decesso del genitore.
In caso di incapienza del fondo, è prevista una ridefinizione degli importi da assegnare su base percentuale.



Tempi
Le domande dovranno essere presentate entro le ore 13.00 del giorno 10.10.2017;
Il Comune entro il giorno 31.10.2017 approva la graduatoria da inoltrare alla Regione Veneto, che erogherà i contributi entro il 31.12.2017.



Note
Il contributo regionale a favore di nuclei familiari con figli rimasti orfani di un genitore viene istituito con DGR n. 1350/2017 e al momento gode di finanziamenti solo per l'anno 2017.



Modulistica
vedi Modalità di richiesta


Domanda (32 K)

Informativa (426 K)


Normativa di riferimento
DGR n. 3150 del 22.08.2017 e relativi allegati
DGC n. 125 del 05.09.2017
ISEE



Reclami, ricorsi e opposizioni
In conformità a quanto disposto dall’art. 3, comma 4 della L. 241/90 verso il provvedimento di non concessione è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale di Venezia nel termine di 60 giorni dal ricevimento della comunicazione (Legge 06.12.1971 n. 1034 e successive modificazioni), ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nel termine di 120 gg. dal ricevimento della comunicazione (D.P.R. 24.11.1971, n. 1199).




Responsabile del Procedimento: dott.ssa Licia Barzan
Settore: Area 2 "Servizi alla persona e gestione del territorio"
Dirigente: arch. Lionello Bortolato
nr. Scheda: Responsabile Aggiornamento:
sig.ra Rossella Masiero
Revisionata il: 15/09/17

Schede della categoria