Guida ai Servizi - Comune di Mirano home  | mappa | sito Comune

...cerca

Servizi alla PersonaServizi Demografici
Servizi Scolastici
Bonus Famiglia 2017
Interventi economici straordinari a sostegno delle famiglie con parti trigemellari e delle famiglie con quattro o più figli
Descrizione:
La Regione Veneto ha approvato il programma di interventi economici straordinari a favore delle famiglie con parti trigemellari e delle famiglie con numero di figli pari o superiori a quattro per l’anno 2017 (DGR 1488/2017), prevedendo l’erogazione di un supporto economico una tantum denominato “Bonus Famiglia”.
La Regione Veneto eroga, tramite il Comune di residenza, il contributo che viene così determinato:
- famiglia con un numero di figli pari o superiori € 125,00 per figlio
- - famiglia con un numero di figli pari a cinque € 625,00
- famiglia con un numero di figli pari a quattro € 500,00
- famiglia che ha avuto un parto trigemellare € 900,00

Dove Rivolgersi:

Interventi Sociali
Municipio Viale Rimembranze, 1
30035 - Mirano (VE)
Multisportello

Quando:

SPORTELLO SOCIALE: lunedì e mercoledì 9.00 - 12.00, giovedì 15.00 - 17.00.
ASSISTENTI SOCIALI: lunedì 9.00 - 12.00, giovedì 15.00 - 17.00. Mercoledì su appuntamento

Addetti:

Graziella Bovo
Requisiti del richiedente
- essere residente nella Regione del Veneto;
- possedere un titolo di soggiorno valido ed efficace, nel caso in cui abbia una cittadinanza non comunitaria;
- avere un ISEE in corso di validità da € 0 ad € 20.000,00;
- avere figli conviventi e non, di età inferiore o uguale a 26 (27 anni non compiuti) e a carico I.R.P.E.F..

Requisiti aggiuntivi
In caso di parità di ISEE il Comune, analogamente alla Regione, darà precedenza nella graduatoria ai nuclei in possesso dei requisiti aggiuntivi sotto specificati, dei cui verrà richiesta l’attestazione a seguito della verifica istruttoria:
- stato di disoccupazione di uno dei due genitori, comprovato da apposita autocertificazione;
- invalidità di uno dei componenti il nucleo familiare, comprovata da certificato rilasciato da Commissione Medica.

Per i parti trigemellari, vanno elencati nella domanda i figli gemelli conviventi e non, di età inferiore o uguale a 26 (27 anni non compiuti) e a carico I.R.P.E.F..

Per le famiglie con quattro e più figli, vanno elencati nella domanda i figli conviventi e non di età inferiore o uguale ai 26 anni (27 anni non compiuti) e a carico I.R.P.E.F..



Modalità di richiesta
La domanda, redatta su apposito modulo (allegato B della DGR 1488/2017) disponibile presso il Multisportello e lo Sportello Sociale, o nella sezione Modulistica della presente scheda, unitamente alla documentazione richiesta, deve essere inoltrata al Comune di Mirano con una delle seguenti modalità:
- consegna a mano all’ufficio protocollo generale del Comune di Mirano c/o Multisportello Via Bastia Fuori 54/56 (orari: dal lunedì, mercoledì e venerdì ore 8.30-13.00, martedì e giovedì ore 8.30-13.00 e 15.00-17.00);
- raccomandata postale con A.R. indirizzata a Comune di Mirano Piazza Martiri n. 1 30035 Mirano, con la precisazione che il rischio di smarrimento/ritardo resta a carico del mittente;
- posta elettronica o PEC, l’interessato potrà inviare alla PEC del Comune di Mirano (protocollo.comune.mirano.ve@pecveneto.it) la domanda e la documentazione allegata in formato pdf. - E’ onere dell’interessato verificare la conferma di avvenuta consegna alla Pec del Comune di Mirano.



Documentazione da presentare
Alla domanda deve essere allegata inoltre la seguente documentazione:
- copia di un documento di identità in corso di validità del richiedente;
- Attestazione ISEE in corso di validità;
- autocertificazione dello stato di residenza e dello stato di famiglia;
- in caso di componente avente cittadinanza non comunitaria: titolo di soggiorno valido ed efficace;
- Documentazione attestante la presenza di figli in regime di affido familiare, affido preadottivo ed affido a rischio giuridico;
- Stato disoccupazione di uno dei due genitori, comprovato da apposita autocertificazione;
- Invalidità di uno o più componenti del nucleo familiare, comprovata da certificato rilasciato da Commissione medica;
- Documentazione, di cui all’art. 3 del D.P.R. 445/2000, relativa all’eventuale possesso di beni immobili o depositi bancari all’estero.




Iter
1. Il richiedente:
entro il termine perentorio, pena l’esclusione della domanda, delle ore 12.00 del 31 ottobre 2017, deve compilare ed inviare al Comune di Mirano la domanda, completa dei documenti richiesti, con ogni mezzo consentito dalla normativa vigente. In caso di invio a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, al fine del rispetto del termine, fa fede la data del timbro dell’ufficio postale accettante;
2. Il Comune:
entro il termine perentorio delle ore 23.59 del 30 novembre 2017 stila la graduatoria, l’approva con atto deliberativo e la trasmette alla Regione Veneto;
3. La Regione Veneto:
a) recepisce con Decreto del Direttore Regionale della Direzione dei Servizi Sociali le graduatorie presentate dalle Amministrazioni comunali beneficiarie del Fondo con i relativi nuclei familiari destinatari del contributo e approva la graduatoria regionale finale fino ad esaurimento del fondo;
b) pubblica il provvedimento di cui alla precedente lettera a) nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.



Tempi
La domanda deve essere presentata dal 02/10/2017 ed entro il termine perentorio delle ore 12.00 del giorno 31/10/2017



Note
Se all’interno della famiglia con parto trigemellare sono presenti altri figli, la stessa può beneficiare solo di una delle due diverse forme di contributo.



Modulistica
vedi Modalità di richiesta


Informativa 2017 (406 K)

Domanda Bonus Famiglia (103 K)


Normativa di riferimento
Delibera Giunta Regione Veneto n. 1488/2017
D.G.C. n. 142/2017
Informativa prot. n. 41230/2017



Reclami, ricorsi e opposizioni
In conformità a quanto disposto dall’art. 3, comma 4 della L. 241/90 verso il provvedimento di non concessione è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale di Venezia nel termine di 60 giorni dal ricevimento della comunicazione (Legge 06.12.1971 n. 1034 e successive modificazioni), ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nel termine di 120 gg. dal ricevimento della comunicazione (D.P.R. 24.11.1971, n. 1199).




Responsabile del Procedimento: dott.ssa Licia Barzan
nr. Scheda: Responsabile Aggiornamento:
sig.ra Rossella Masiero
Revisionata il: 11/10/17

Schede della categoria